Home musica Sanremo 2016: Gli Stadio asso piglia tutto. Secondo posto Michielin in una...

Sanremo 2016: Gli Stadio asso piglia tutto. Secondo posto Michielin in una serata tra emozioni e nostalgia

1064

Il 66° Festival di Sanremo si è concluso con la vittoria degli Stadio con Un giorno mi dirai, capaci di conquistare anche il premio della sala stampa radio-tv-web e quello intitolato a Bigazzi per la miglior musica, oltre a quello per la cover. Seconda Francesca Michielin, terzi Caccamo e Iurato, i favoriti. A Patty Pravo è andato il premio della critica Mia Martini, a Francesco Gabbani quello per il miglior testo per Amen. La serata finale, che si era aperta con il ripescaggio di Irene Fornaciari, è stata particolarmente intensa, ovviamente. Ogni cantante ha ricevuto un messaggio illustre: da quello dell’attesissimo Fiorello per la Michielin alla Bertè per Patty Pravo, da Mal per gli “Elii” in versione Kiss a Verdone proprio per gli Stadio.

 

L’Ariston si è lasciato incantare poi da Roberto Bolle, si è scatenato con Cristina D’Avena, ha applaudito Beppe Fiorello per la sua fiction sulla Terra dei fuochi. All’improvviso sono arrivati pure Pieraccioni e Panariello, scatenati. Hanno parlato di uno spettacolo con Renzi (in realtà sarà una reunion a tre con Conti il 5 settembre all’Arena di Verona) e il bravo conduttore: «Lo avete interpellato?». Risposta: «Perché lui ci ha interpellato per fa’ il presidente del Consiglio?». Ma le vere emozioni sono arrivate con Renato Zero: ha cantato brani vecchi e nuovi facendo alzare in piedi tutto l’Ariston per poi lanciare un messaggio arcobaleno: «Ringrazio la diffidenza di molti di voi in passato, quando gli alieni sbarcarono sulla Terra e io ero uno di loro. Gli alieni sono fra noi, io li rappresento modestamente tutti».

 

Si è concluso così il Conti Festival anno II, a cui seguirà un terzo capitolo: sarà infatti direttore artistico, e probabilmente conduttore, anche il prossimo anno. L’immagine più bella resterà il sorriso emozionato del maestro Ezio Bosso, con le sue parole semplici e la sua musica libera. È lui il re di Sanremo e Virginia Raffaele, ieri se stessa, è la regina. Poi la bellezza di Madalina Ghenea e le gaffe di Gabriel Garko. Arrivederci alla prossima edizione, la sessantasettesima.

Marco Stiletti