Home musica Villa Ada, Paola Turci si “regala” alla sua città

Villa Ada, Paola Turci si “regala” alla sua città

1165

Trent’anni di carriera e non si direbbe. Con questo bagaglio di esperienza sulle spalle, ma anche con la voglia di rimettersi sempre in gioco, Paola Turci torna la sera del 9 luglio nella sua città, con un concerto a Villa Ada nel quadro di Roma incontra il mondo. Era il 1986 quando Paola Turci calcava il palco di Sanremo con il brano L’uomo di ieri. Dovrà aspettare ancora qualche anno, però, per la notorietà che arriverà solo nel 1989 grazie al brano Bambini che le regalò il successo ma anche il 1° posto nella sezione Emergenti al 39° Festival di Sanremo. La canzone Bambini è un brano che le appartiene molto, a cui la Turci è ancora oggi legata: lei stessa ha più volte dichiarato che non si tratta di un semplice discorso di affetto ma di un vero e proprio senso di gratitudine. Bambini, infatti, le “ha permesso di conoscere il mondo e la vita” ed ha tracciato il profilo della donna e della persona che desiderava. Nel 1993 un episodio che la segna profondamente: durante il tour, è coinvolta in un incidente stradale: l’occhio destro le viene salvato per miracolo e le vengono applicati cento punti di sutura al viso. La cantautrice decide comunque di riprendere i propri impegni e nel 1996 pubblica Volo così: una raccolta che nasce per celebrare i suoi primi dieci anni di carriera. Dalla raccolta per i primi 10 anni di carriera a quella per i trent’anni. Ad aprile di questo anno è uscito, infatti, Io sono: album che contiene il suo the best e gli inediti: Questa non è una canzone, Quante vite viviamo e Io sono che, appunto, da il titolo all’album. All’album Io sono è seguito, poi, Io sono in Tour: da Aprile, infatti, Paola è in giro per la penisola proprio per incontrare i fan e raccontare questo nuovo lavoro.

Info: www.villaada.org