Home news cronaca I migranti in Italia si mobilitano: superare Dublino, si al silenzio assenzio...

I migranti in Italia si mobilitano: superare Dublino, si al silenzio assenzio sul rinnovo

1081
Un barcone di migranti ANSA / ETTORE FERRARI

Sarà una settimana di mobilitazione in diverse città, che terminerà sabato 13 giugno, per rivendicare un permesso europeo di soggiorno. A lanciare l’iniziativa è il coordinamento migranti di Bologna e di Verona, insieme ad alcune associazioni per i diritti dei migranti di varie città italiane. «Il regime di Dublino – scrivono – impedisce a migliaia di uomini e donne di muoversi liberamente una volta arrivati in Europa e il razzismo istituzionale pesa su ormai quasi cinque milioni di uomini e donne che in Italia vivono, lavorano o transitano dipendendo da un permesso di soggiorno”. La precarietà, spiegano, rende impossibile mantenere un permesso di soggiorno per chi accede soltanto a contratti precari. E così la proposta di “rompere il legame tra soggiorno, lavoro e reddito nei processi di rinnovo e rilascio dei permessi di soggiorno».
I migranti vogliono chiedere quindi anche l’introduzione del principio del silenzio assenso per il rilascio e il rinnovo dei permessi di soggiorno dopo i tempi stabiliti per legge, l’annullamento dei regolamenti di Dublino che impongono di chiedere asilo nel primo paese di arrivo, una gestione partecipata dei fondi destinati all’accoglienza e la chiusura di tutti i Centri di identificazione ed espulsione.