Home news Innovazioni e invenzioni per il Centro Sperimentale di Cinematografia

Innovazioni e invenzioni per il Centro Sperimentale di Cinematografia

1108

Il Centro sperimentale di Cinematografia si è presentato con un programma ricco e approfondito nella conferenza stampa di lunedì 19 giugno, tenutasi alla Casa del Cinema alla presenza del preside Felice Laudadio.

In attesa di lanciare alla prossima Mostra di Venezia il nuovo sito e il nuovo logo di CSC, è stato annunciato il Portale del Cinema Muto Italiano, uno spazio di condivisione e accesso risultato da un lavoro di collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’AIRSC ( Associazione Nazionale per le Ricerche di Storia del Cinema), la Cineteca del Friuli e la Fondazione Cineteca Italiana e il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del Mibact. Da uno progetto grafico interno al CSC nasce dunque un contenitore multimediale che innova il cinema muto con biografie artistiche, fotografie a articoli estratti dalla rivista del CSC “Bianco e Nero”, anticipando il progetto di apertura di un canale  di cinema muto da parte di Rai Cinema.

Dal 30 giugno al 7 luglio il CSC darà vita alla prima edizione della mostra “La memoria e il futuro del cinema italiano”, un appuntamento dell’Estate Romana all’interno della storica iniziativa Santa Croce Effetto Notte, promossa dal MiBact. In un’arena all’aperto nel Parco Archeologico di Santa Croce in Gerusalemme a ingresso gratuito saranno proiettati otto film restaurati dalla  Cineteca Nazionale ( tra i capolavori in programma Una giornata particolare di Ettore Scola e Palombella Rossa di Nanni Moretti) preceduti dalla proiezione dei migliori saggi di diploma degli allievi del CSC. Verrà avviata l’attività di crowdfunding per il restauro di Il medico della mutua, diretto da Luigi Zampa e interpretato da Alberto Sordi, che verrà proiettato in apertura della seconda edizione della mostra del 2018, affiancando dunque la presentazione a Napoli del restauro del celebre film interpretato da Totò Miseria e Nobiltà,  che verrà probabilmente proposto anche a Roma in una proiezione all’aperto a Trinità dei Monti.

È stata dunque ricordata la recente acquisizione da parte della Cineteca Nazionale del Fondo Ettore Scola e il Fondo De Filippo, che saranno oggetti di studio e pubblicazioni per le edizioni del CSC ed è stata annunciata la prossima apertura di una nuova sede della Cineteca Nazionale, cha dalla Sala Trevi si sposterà nella zona universitaria adiacente alla Università La Sapienza.

La Scuola Nazionale di Cinema del CSC si prepara inoltre ad avviare un master dedicato alla preparazione di esperti in conservazione e restauro del patrimonio filmico italiano accanto ai tradizionali corsi di formazione d’eccellenza e  i laboratori previsti per il periodo estivo, tra cui la proposta del laboratorio intensivo di recitazione diretto da Giancarlo Giannini, presente alla conferenza stampa.