Home teatro sipario Prima regola: perché la coppia aperta funzioni, deve essere aperta solo da...

Prima regola: perché la coppia aperta funzioni, deve essere aperta solo da una parte

1032

«La coppia è una comunità i cui membri hanno perso la loro autonomia senza liberarsi della solitudine». Lo scriveva Simone de Beauvoir nel suo “Il secondo sesso”. Tutto questo nel 1949. dal 5 al 17 maggio il Teatro Belli di Roma offre una nuova prospettiva dalla quale guardare il movimento sotterraneo che si nasconde nelle “dinamiche di coppia”. Con lo spettacolo “Coppia aperta, quasi spalancata”, di Dario Fo e Franca Rame, nel trentennale della prima rappresentazione, Antonio Salines e Francesca Bianco, portano sul palcoscenico un duo. Due uomini, due esseri umani. Lui, già stanco, lei vorace, desiderosa e combattiva, quasi crudele. Una violenza che emerge dal profondo di un desiderio di essere vista prima come donna, piuttosto che solo come femmina. L’uomo che ne viene fuori è un balbuziente bipede, incapace di quella drammaticità erotica che la donna va cercando disperatamente. Lui è disperatamente stanco di essere messo alla berlina, più dalla vita che dalla moglie. Lei è stanca, semplicemente, di lui e delle sue idiosincrasie da uomo. Il declino alla Nabokov non si addice a questo galletto andato a male, e allora ecco che emerge il Sartre satiresco, che accalappia fanciulle; rimanendo, però, sempre attaccato alla sottana della moglie-mamma. Ed è proprio alla coppia Sartre-de Beauvoir che questo spettacolo rimanda. Alla loro coppia stantia, alla loro coppia “strana” e quasi maligna. Una storia tutta da raccontare ancora, la loro. Quella di questa strana coppia, invece, è lì e pronta a essere ascoltata.
Dal 5 al 17maggio, quindi, Antonio Salines e Francesca Bianco, portano in scena il testo della coppia Fo-Rame. La regia è affidata a Carlo Emilio Lerici, che ha già diretto i due protagonisti in numerose produzioni del Teatro Belli (La versione di Barney, Il sogno di Ipazia etc.).
Dopo il clamoroso successo ottenuto al debutto del 2 settembre 2013 all’interno della rassegna FontanonEstate, lo spettacolo ha replicato al Teatro Belli di Roma la scorsa stagione registrando una serie incredibile di “tutto esaurito”. Un successo ripetuto nelle repliche dello scorso dicembre/gennaio sempre al Teatro Belli e nel successivo tour. Nel settembre scorso ha aperto la stagione del Teatro Carcano di Milano, ottenendo un grandissimo successo e l’applauso convinto non solo del pubblico milanese ma anche di Dario Fo, presente alla prima.