Home teatro “She stoops to conquer”, la commedia sentimentale senza tempo che ci ha...

“She stoops to conquer”, la commedia sentimentale senza tempo che ci ha conquistati al Teatro San Genesio

1695

Anche quest’anno il Teatro San Genesio ha offerto la sua 9° stagione teatrale in lingua inglese, con la rappresentazione in chiave moderna della commedia sentimentale del 18° secolo, “She stoops to conquer” di Oliver Goldsmith, terminato il 6 Novembre. In scena la Compagnia Plays in Rome/The Rome Savoyards .

Commedia sentimentale tra le più amate dal pubblico e duratura nel tempo, “She Stoops to conquer” ritrova oltre, numerose rappresentazioni teatrali, anche televisive di successo.

Un’opera eterna e dallo stile contraddittorio, che ha dato vita a lunghe discussioni da parte del pubblico e tra i critici. Spesso descritta come commedia di maniere, dove viene descritta una società altolocata, borghese, l’opera contiene anche elementi comici e satirici. I protagonisti, infatti, si allontanano dalle loro naturali tendenze benestanti e vengono descritti nella loro eccentricità.

Sono presenti anche elementi drammatici e temi legati alla condizione esistenziale umana, tra le quali il peso delle convenzioni sociali, la salvaguardia dell’identità personale e la ricerca del compromesso per il raggiungimento di uno scopo.

Il titolo della rappresentazione She stoops to conquer si riferisce al ruolo che gioca una delle protagoniste, Miss Kate Hardcastle, che si finge una cameriera per conquistare il giovane Mr. Marlow, un uomo estremamente timido con donne del suo rango, più a suo agio con quelle di classe sociale inferiore. L’equivoco porta a una serie di incroci e sviluppi che sconvolgeranno la famiglia Hardcastle.

L’opera racconta gli intrecci e le vicende che si sviluppano tra due coppie di giovani. La prima coppia composta, appunto, da Mr. Marlow e Miss. Hardcastle, e una seconda composta da Mr. Hastings, amico fraterno di Marlow, e Miss. Neville, cugina di Miss. Hardcastle. Hastings e Neville sono a loro volta innamorati all’insaputa della severa e rigida zia della giovane, la quale vorrebbe che la nipote sposasse il figlio, Tony Lumpkin.

L’ilarità degli equivoci è il tema sempre attuale dell’Amore e, quindi, il contrasto tra sentimenti ed interesse fanno di “She stoops to conquer” un’opera moderna per il tempo. Divertenti colpi di scena hanno guidato l’opera a svelare la menzogna.

Questo a dimostrazione che lo smascheramento non può dominare l’onestà.