Home teatro “La metamorfosi” di Giorgio Barberio Corsetti all’Argentina di Roma

“La metamorfosi” di Giorgio Barberio Corsetti all’Argentina di Roma

391

Torna per un pubblico finalmente in presenza al Teatro Argentina La metamorfosi, da Franz Kafka, adattamento e regia di Giorgio Barberio Corsetti, prodotto dal Teatro di Roma alla fine del 2020 e in scena nella stessa sala per una sola settimana nello scorso maggio. Prima per la stampa martedì 8 febbraio ore 20, repliche fino al 27 febbraio.
Dopo Roma lo spettacolo sarà al Teatro Mercadante di Napoli dal 2 al 13 marzo 2022.

Con La metamorfosi, Corsetti si immerge ancora una volta nell’universo di Kafka seguendo l’atto terribile della sua scrittura, che si inoltra nello squarcio profondo dell’alienazione sociale e della depressione.
Spettacolo nato in piena pandemia, è un racconto sulla separazione, sull’isolamento, sulla difficoltà di contatto. La metamorfosi è un’opera-mondo, che si irradia da una stanza e invade l’appartamento che la circonda, in cui si svolgono eventi imprevedibili, vissuti da personaggi tragici e comici. Sono malinconiche costellazioni familiari in una notte piena di nubi che prendono nella mente dimensioni gigantesche.

In terza persona, Gregor, interpretato da Michelangelo Dalisi, ci fa vedere la realtà con i suoi occhi, abbandona il mondo degli umani e si trasforma, assume un altro corpo, immaginario, nato nel bozzolo protettivo del letto. La causa prima di questa rinuncia a sé stesso, di questa fuga dalla propria identità è il suo lavoro subordinato, e la sottomissione per compierlo a regole massacranti, all’imbecillità gerarchica, con un’eco lontana di minacciose strutture burocratiche e voci maldicenti. È un gioco immaginario e mentale spietato, che porta Gregor, e noi con lui, all’annullamento.

In scena con Dalisi, Roberto Rustioni, Sara Putignano / Gea Martire, Anna Chiara Colombo, Giovanni Prosperi, Francesca Astrei, Dario Caccuri.