Home life style Un capodano con Josè Carreras all’Arena di Verona

Un capodano con Josè Carreras all’Arena di Verona

80

 

Venerdì 31 dicembre alle 20.30 il leggendario Artista catalano ritorna a distanza di ventidue anni dalla sua ultima presenza nei cartelloni della Fondazione con un evento da non perdere per accogliere insieme il nuovo anno.

Il Maestro David Giménez dirige per la prima volta l’Orchestra e il Coro della Fondazione Arena di Verona con il Coro di voci bianche A.Li.Ve. e le apprezzate interpreti Federica Vitali e Karen Gardeazabal.

Josè Carreras, l’uomo che più ha diffuso il repertorio lirico nel mondo affiancando alla propria carriera solistica la partecipazione ai Tre Tenori dal 1990 con Luciano Pavarotti e Plácido Domingo (34 concerti, 4 album, decine di milioni di copie vendute), è stato protagonista dei Festival areniani già nel 1984 in Carmen, nel 1986 come memorabile Andrea Chénier (accanto a Montserrat Caballé e Renato Bruson), nel 1995 per il Gala a lui dedicato, per cinque concerti straordinari tra l’85 e il ’95 e infine nel ’99 di nuovo per Carmen secondo Zeffirelli, sua ultima volta sull’immenso palcoscenico sotto le stelle.

Cecilia Gasdia, Sovrintendente e Direttore Artistico, è particolarmente orgogliosa di dare questo annuncio: «È una festa avere di nuovo a Verona Josè Carreras. Ci conosciamo da molti anni e ci sono state occasioni memorabili in cui le nostre carriere si sono incrociate: forse il ricordo più significativo è anche quello più toccante, il Requiem di Mozart cantato insieme da Sarajevo per le vittime della Guerra in Bosnia-Erzegovina. Lo scorso ottobre ci siamo ritrovati a Viterbo nella giuria del premio Ricci ed è stato bello come riprendere un discorso con un caro amico salutato solo pochi giorni prima, un amico che ora riaccogliamo a casa il prossimo 31 dicembre: sarà una festa all’insegna della grande musica ma con la leggerezza necessaria per guardare con ritrovata fiducia, gioia e speranza al 2022 che verrà».

Il Gala di San Silvestro con Josè Carreras vedrà protagonisti David Giménez, alla guida dell’Orchestra e del Coro preparato dal nuovo maestro Ulisse Trabacchin, insieme a Federica Vitali e Karen Gardeazabal, con la partecipazione del Coro A.Li.Ve. diretto da Paolo Facincani.