Home teatro La favola moderna che fa bene al cuore, al Teatro San Paolo...

La favola moderna che fa bene al cuore, al Teatro San Paolo “La favola di Natale”

1324
Battute divertenti, indovinelli, colpi di scena e due finali inaspettati vi attendono in una favola di Natale estemporanea ma moderna, diretta da Daria Veronese, con scenografia e luci di Massimo Sugoni.

 

C’era una volta, e rimarrà fino al 18 dicembre, “Una favola da asporto” al Teatro San Paolo.

In una gelida notte d’inverno, il vedovo Elver parte per incontrare la sua futura sposa. Durante il tragitto una creatura dei boschi dispettosa gli farà qualche scherzetto, al punto da lasciarlo… senza fiato.

Egli raggiungerà comunque la sua amata Ljuba. Come finisce la favola? è il pubblico a deciderlo ogni sera con un sondaggio.

Un paesaggio nordico ospita la scena.  L’atmosfera è però calda grazie ai toni scherzosi e vivaci dei personaggi, interpretati da Massimo Mirani e da Mariangela Imbrenda, i quali hanno nomi molto significativi: infatti, nelle lingue nordiche, il termine “elver” significa elfo, mentre “Lyubov” in ucraino significa amore.

Il pubblico è partecipe della vicenda che si svolge sul palco al pari degli elfi, delle streghe e delle biciclette che vi si trovano sopra. La scena si muove tra palco e platea in modo colorato grazie alle luci ed al linguaggio comico degli attori.

Lasciatevi conquistare dalla favola di Elver e Ljuba e dalle loro vicende al confine tra realtà e magia.