Home teatro “Non domandarmi di me, Marta mia”. La voce di Pirandello al Teatro...

“Non domandarmi di me, Marta mia”. La voce di Pirandello al Teatro India

1259

In occasione delle repliche dello spettacolo I GIGANTI DELLA MONTAGNA, venerdì 26 febbraio (ore 17) al Teatro India, Roberto Latini darà voce ad un estratto delle celebri lettere che hanno contraddistinto il carteggio tra Luigi PirandelloMarta Abba: NON DOMANDARMI DI ME, MARTA MIA, l’intenso ed emozionate scambio tra l’attrice e il maestro fatto rivivere dalla drammaturgia di Katia IppasoPirandello e Abba in prova

Pubblicato integralmente nel 1994, il carteggio racconta, con parole vive, le alterne fortune e le tante pieghe del loro sodalizio umano e artistico che durò fino al 1936 (anno della morte di Pirandello). La drammaturgia di Katia Ippaso sceglie e cuce insieme alcuni estratti di questo carteggio e, nell’ambito di un pomeriggio speciale dedicato alle due figure, la sua voce si intreccia a quella di Roberto Latini. La lettura e la scelta delle parole tra l’attrice e il maestro, così come è stata pensata da Katia Ippaso, si situa in un preciso momento – il 10 dicembre del 1936, data della morte di Luigi Pirandello – e in un preciso luogo, New York, dove Marta Abba stava recitando al Plymouth Theatre di Broadway. Quella sera fu lei a dover dare al pubblico l’annuncio dell’improvvisa scomparsa di Pirandello.

Venerdì 26 febbraio (ore 17) al Teatro India